La Donna e il Fitness

Il mondo dello sport e del fitness ha tantissime sfaccettature, ma mai come al mondo della donna.

Da Ivan Matteo Pederbelli

Il mondo dello sport e del fitness ha tantissime sfaccettature, ma mai come al mondo della donna.

Da quando ho iniziato a lavorare e a muovere i primi passi nel mondo del fitness, mi sono subito reso conto, che la donna in questo settore ne fa da padrona.

Fiere di settore con il maggior numero di presenze femminili, sale dei corsi in palestra super affollate da solo donne ed infine anche nelle attività dove c’è bisogno di lavorare tanto di consapevolezza e benessere psico-fisico ho sempre trovato più donne che uomini.

La donna ed il fitness camminano a braccetto, ma ora vediamo insieme che attività fisica esegue e come una donna deve vivere al meglio questo settore, il Fitness.

La pratica sportiva delle donne, oltre che agli obiettivi da raggiungere (dimagrimento, tonificazione muscolare, riabilitazione a seguito di infortunio o patologie fisiche) e ai gusti personali, deve tenere conto anche dell’età anagrafica. Praticare il giusto sport in base all’età può essere fondamentale per mantenere un adeguato stato di salute fisica e mentale e la donna, più dell’uomo, deve prestare attenzione a quelle fasi della vita solitamente accompagnate da “acciacchi” e malesseri specifici.

“La voglia di fare un allenamento strong anche se non si è pronti, può generare non solo un danno fisico ma compromettere anche il percorso che ci siamo prefissati.”

Per prevenire in tempo questi ultimi, in linea generale e per tutte le età, è necessario praticare attività fisica abbinata ad un regime alimentare idoneo ed uno stile di vita corretto, cercando sin da subito di non seguire la massa e la moda del momento, ma fare ciò che può aiutare veramente.

Alcune semplici regole di comportamento sono essenziali per vivere a lungo e nel miglior modo possibile.

Tra i 18 e i 35 anni

In questa fase la donna risulta più forte che mai, questo avviene per diversi motivi e grazie ad analogie fisiche.

Si ricorda che la maturazione fisica della donna avviene prima di quella dell’uomo:
– la donna a 14 anni ha già raggiunto il massimo consumo di ossigeno per chilogrammo di peso corporeo
– l’uomo ci arriva non prima dei 18 anni

La donna non appena varca la maggiore età, 18 anni, è pronta a dare il massimo in termini di forza e resistenza fisica e in grado di allenarsi in maniera forte e costante.

Quattro allenamenti settimanali sono una passeggiata, sia per le forti capacità di recupero fisico sia per la consapevolezza che ha del suo corpo e la sicurezza mentale che vive in questa fase.

Le attività fisiche più adatte in questo periodo sono sicuramente quelle che hanno un impatto fisico più forte, come Aerobica, corsa, spinning, walking, fitboxe sono ottime per dare sfogo a tutta la potenza fisica inespressa e placare spesso l’irruenza caratteriale tipica degli anni giovanili.

Dai 35 fino ai 50 anni

A partire dai 30 fino ai 40 anni, il metabolismo femminile subisce un brusco rallentamento.

Mantenere lo stesso stato di forma fisica, che abbiamo visto prima è senza dubbio difficile, e siamo costretti a cambiare qualche abitudine sportiva ed alimentare, per garantire un ottimo risultato fisico.

Dopo i 30 anni, il fisico femminile è chiamato a forti cambiamenti come nel caso della gravidanza.

Per mantenere un buono stato di salute e di benessere è sempre fondamentale praticare un po’ di attività fisica.

A causa della ridotta capacità di recupero in seguito ad uno sforzo fisico e dei pressanti impegni lavorativi e famigliari, gli allenamenti settimanali non potranno essere più di tre.

Se i vent’anni sono contraddistinti dalla voglia di buttarsi a capofitto in attività ad alto impatto, andando avanti con gli anni l’obiettivo diventa quello di ritrovare oltre che la forma fisica anche l’equilibrio psico-fisico.

Ecco la nuova visione della donna la porta a riflettere di più su quale attività fisica può fare e che possa portarla al massimo risultato.

Attività più dolci come il Pilates e lo stretching sono da prendere in seria considerazione, ma anche tutta la gamma di attività in acqua sono molto utili per far ottenere il massimo.

Importate ora è capire come agire sul corpo e che tipo di percorso fare, sia in termini di allenamento che in termini di alimentazione, perché il corpo, il metabolismo e gli impegni della donna sono totalmente cambiati, in questa fase della vita.

In questo periodo il mio consiglio è quello di fare delle attività fisiche mirate e mantenere sempre un lavoro costante e non ad intermittenza.

Dai 50 anni in sù

In questa fase la donna vive il suo terzo cambiamento ed è il cambiamento più forte.

Da ragazza a donna, passando per mamma a vivere la menopausa e poi la terza fase, dove l’esperienza e l’espressione del suo corpo sono sempre positive e belle, ma lei inizia a vederle con occhi diversi.

In questa fase abbiamo grinta, voglia e tanto entusiasmo, ma dobbiamo fare i conti con un corpo che per diverso tempo e diversi anni è stato utilizzato, quindi non possiamo più farlo sbattere come prima.

Occhio però, perché ciò non significa che uno non può fare più nulla, anzi la consapevolezza e la tenacia di una donna over50 può permettersi di tenere il passo anche di un corpo femminile di appena 20 anni, basta essere bravi a fare le cose con criterio e giusta dedizione.

In conclusione come puoi ben capire che la donna ha una grande tenacia e voglia di fare sport, e ad ogni età ed ogni momento può dimostrare il suo valore.

Ci vediamo al prossimo articolo sul mondo della donna e alle tantissime curiosità che possiamo scoprire.

Shopping Basket