Perché dobbiamo allenarci?

Perché è così importante l’allenamento? In questo articolo vorrei parlare in modo semplice sui motivi che dovrebbero spingere una persona ad allenarsi.

Da Andrea Apruzzese

Perché è così importante l’allenamento? In questo articolo vorrei parlare in modo semplice sui motivi che dovrebbero spingere una persona ad allenarsi.

Tra i motivi principali che spingono ad iniziare, rientra sicuramente il perdere peso, ma a cosa serve l’allenamento nel dimagrimento?

Partiamo da una semplice formula: “Calorie Settimanali Introdotte – Calorie Settimanali Consumate”; se il risultato di questa sottrazione è positivo stiamo mettendo peso, se è tendente allo zero si è stabili, se il risultato è negativo stiamo dimagrendo.
Da qui si deduce che per dimagrire basta correggere l’alimentazione, ridurre le calorie introdotte e i giochi sono fatti!

Teoricamente tutto facile ma il problema si pone nel capire: ”quant’è il consumo calorico da rispettare?”; e qui nascono i problemi.

Mi spiego meglio con un esempio: una donna con uno stile di vita sedentario arriva a consumare circa 1800kcal, questo significa che per dimagrire deve arrivare a consumare in media settimanale non più di 1600kcal, e secondo voi è facile? Vi dico solo che una semplice pizza Margherita si aggira sulle 700kcal, quindi se un giorno a settimana vi volete concedere la pizza per non rovinare i sacrifici di una intera settimana, quel giorno fino al momento della pizza dovete passare una giornata di carestia e tristezza!
E’ qui che interviene l’attività fisica, pensate che una donna con uno stile di vita mediamente attivo facilmente riesce ad arrivare ad un consumo calorico giornaliero di 2100kcal. Preciso “stile di vita”, perché non significa mi alleno un giorno e posso mangiare molto di più!

La “modalità attiva” deve essere una abitudine costante e duratura nel tempo perché l’organismo è una macchina furba cerca in ogni modo di non consumare energia, e se non teniamo facilmente alta la sua attenzione e più specificatamente dei suoi sistemi energetici (aerobico, anaerobico lattacido e alattacido) non brucia (calorie naturalmente) e non si innalza il famoso “metabolismo basale” che rappresenta la quota di calorie che l’organismo consuma solo stando “vivi”.
In modo esponenziale se lo stile di vita attivo diventa medio/ alto si arriva ad un consumo giornaliero da 2800kcal e si possono superare anche le 3000kcal in sportivi avanzati. Quindi in poche parole la fatica e il sudore dell’allenamento serve per….. esser felici!
Ci pensate a quanto può essere bello poter mangiare e dimagrire senza seguire diete ferree? In più grazie al lavoro sul sistema muscolare si ha anche un rimodellamento del corpo rendendoci armonici e riducendo i rischi di smagliature e pelle flaccida.
Naturalmente l’allenamento non serve solo per questo motivo, questa è solo un ottima motivazione per iniziare, i benefici dell’attività fisica sono tantissimi, tanto che è definito “il farmaco naturale più potente del mondo”.

Giusto per elencare qualcuno, sicuro chi abbraccia uno stile di vita dinamico nel tempo la sua giovinezza non svanirà facilmente, il sistema neuromuscolare non avrà decadimenti, a livello caratteriale difficilmente temerà di affrontare le difficoltà, superandole con più serenità, nessun risentimento nell’attività sessuale, nella quotidianità farà meno fatica e sono sicuro che potendo “mangiare di più” ci sarà sempre un sorriso sul proprio volto.
L’obiettivo di questo mio articolo è quello di promuovere l’attività fisica, per questo ho solo trattato superficialmente l’alimentazione, aspetto fondamentale, ma non di mia competenza, che se fatta nel modo corretto insieme all’allenamento rappresentano le basi per un benessere psicofisico.

Shopping Basket