Gonfiore – come liberarsene rapidamente

Ciao a tutti bei uomini e belle donne! Oggi parliamo di gonfiore addominale. Il gonfiore è una condizione comune.

Da Teodor Tabarcea 

Ciao a tutti bei uomini e belle donne! Oggi parliamo di gonfiore addominale.

Il gonfiore è una condizione comune. Almeno una volta nella vita penso che ognuno di noi abbia dovuto affrontare questo disagio che può stravolgere un’intera giornata.

Questa condizione può avere molte cause, che si tratti di liquidi trattenuti in quel periodo del mese, cibo inappropriato o costipazione. Il gonfiore è facile da eliminare e nei seguenti versi vedrai come puoi liberartene.

I sintomi spiacevoli del gonfiore compaiono nelle situazioni più inadeguate e la maggior parte delle volte le scelte alimentari sono la causa dell’innesco di questa scomoda situazione.

Il gonfiore è un disturbo gastrointestinale che si verifica sia negli adulti che nei bambini. In termini medici, si chiama meteorismo addominale ed è causata da un pasto troppo abbondante, dal consumo di dolci e di determinati alimenti, nonché da disturbi ormonali o stress; ma ci sono anche casi in cui questo disagio può nascondere gravi malattie, quindi il gonfiore non dovrebbe essere trattato con indifferenza.

Uno studio ha mostrato che il 67% delle donne si confronta con la sensazione di gonfiore; chiunque può soffrire di gonfiore addominale, ma le donne sono più esposte degli uomini a causa dei cambiamenti ormonali e fisiologici che attraversano.

Il gonfiore si manifesta con un disagio addominale o una sensazione di pienezza dello stomaco gonfio. Questa sensazione è talvolta accompagnata da altri sintomi come flatulenza, eruttazione (cioè eliminazione per via buccale del gas presente nello stomaco), dolore addominale, diarrea, costipazione, disturbi del transito, nausea raramente accompagnata da vomito e mancanza di appetito.

Il gonfiore si verifica quando i gas dell’intestino non vengono rilasciati in tempo da flatulenza o eruttazione. In alcuni casi, il gonfiore è accompagnato dall’aumento delle dimensioni dell’addome di alcuni centimetri, ma ci sono anche casi in cui l’addome può persino raddoppiare durante il giorno, tornando ai regimi normali durante la notte.

Una corretta alimentazione è il modo principale in cui è possibile stabilire l’equilibrio nell’organismo, e nonostante si rispettino i principi di uno stile di vita sano, ci sono persone che soffrono ancora di gonfiore e i nutrizionisti credono che questo accada a causa delle abitudini alimentari. Secondo loro, ci sono diverse cause che portano all’insorgenza di gonfiore addominale; ecco quali sono:

  • Zucchero aggiunto: forse a prima vista l’alimentazione è salutare, ma un’analisi più approfondita dei prodotti consumati può rivelare molte irregolarità. Prima di acquistare un prodotto, gli specialisti raccomandano di studiare attentamente l’etichetta; bisogna fare attenzione agli alimenti con poche calorie.

Lo xilitolo, ad esempio, è spesso usato come sostituto dello zucchero, ma gli esperti sottolineano che se consumato in eccesso può causare mal di stomaco, gonfiore e diarrea – secondo il Daily Mail.

  • Consumare una quantità troppo grande di frutta, verdura e lenticchie: frutta, verdura e lenticchie non mancano nell’alimentazione di chi vuole sbarazzarsi dei kilogrammi in più. Anche se sono sani e hanno molti benefici, se consumati in quantità troppo elevate, questi alimenti possono portare a gonfiore; le fibre danno al corpo una sensazione di sazietà, ma un consumo eccessivo può causare sintomi spiacevoli, tra cui mal di stomaco, crampi, costipazione o flatulenza.
  • Intolleranza alimentare: è un’altra causa che provoca gonfiore. I sintomi sono simili a quelli di altre malattie, motivo per cui le persone scoprono, spesso in ritardo, quali sono gli alimenti che finiscono per farli star male; esistono diversi tipi di intolleranze alimentari, e per risolvere questo problema è necessario eliminare dall’alimentazione quotidiana quegli alimenti che danno origine a sintomi spiacevoli.
  • Mangiare cibo di fretta: quando mangiamo a un ritmo più veloce, il cibo non viene masticato bene, inghiottiamo molta aria e si verifica inevitabilmente gonfiore.
  • Consumo di acqua durante il pasto: quando ingurgiti acqua durante il pasto, inghiotti anche aria e la conseguenza è la comparsa di gonfiore.
  • Bevande gassate e fredde: l’anidride carbonica porta spesso a gonfiore per ovvi motivi; ma anche le bevande fredde non sono consigliate, in quanto impongono ulteriore stress al corpo.
  • Stress: nei periodi di tensione il nostro corpo non funziona più a livelli ottimali, portando al verificarsi di problemi digestivi oppure che i problemi già presenti possano peggiorare. Se si verifica gonfiore in tali momenti, vitamine del complesso B, integratori su base di fiori della passione (passiflora) o rodiola, potrebbero aiutare a ripristinare l’equilibrio emotivo.
  • L’abitudine di masticare chewing-gum: perché inghiottiamo più aria del normale, l’addome si gonfia. Nel caso di varianti senza zucchero, il rischio è doppio, poiché generalmente contengono sorbitolo che fermenta nell’intestino.
  • Fluttuazioni ormonali che si verificano nei corpi delle donne: durante l’ovulazione le ovaie producono maggiori quantità di estrogeni e in queste condizioni i muscoli addominali si rilassano più del solito; i muscoli dell’intestino sono più pigri, quindi non sono più efficienti nel trasporto del cibo.
  • Varie intolleranze alimentari: intolleranza al lattosio, intolleranza al glutine, entrambe causate da carenze di enzimi, sono una causa comune di gonfiore. In rari casi, il gonfiore può essere causato da gravi malattie come l’ascite (una condizione caratterizzata da accumulo di liquidi nell’addome causata da cancro, epatite, insufficienza renale o cardiaca, celiachia, carcinoma ovarico, leucemia e insufficienza pancreatica).

Prevenire il gonfiore è molto importante per evitare i fattori che portano al suo manifestarsi, come quelli appena menzionati. Come innumerevoli altre condizioni, il gonfiore può essere prevenuto adattando uno stile di vita equilibrato e una dieta sana. Anche il sistema digestivo reagisce ai movimenti e i medici raccomandano almeno 30 minuti di esercizio al giorno o una passeggiata di pochi minuti dopo ogni pasto.

Se vuoi liberarti del gonfiore, devi prima di tutto cambiare le tue abitudini alimentari. Per cominciare, non mangiare in fretta, altrimenti la pressione nello stomaco aumenta, causando un aumento della produzione di gas, che ovviamente provoca gonfiore.

Se sei un consumatore di latte devi ricordare una cosa importante, l’intolleranza al lattosio nel latte porta al gonfiore dell’addome; il ruolo del lattosio è di sciogliere lo zucchero del latte, quindi 200 ml di latte non digerito producono 0,03 centimetri cubi di gas nello stomaco, la quantità che appare piccola, ma relativa alle dimensioni dello stomaco è significativa.

Se ti sembra impossibile sbarazzarti del gonfiore, molto probabilmente consumi troppi prodotti derivanti dal grano ogni giorno. Il glutine nel grano e nel pane provoca sensazioni di bruciore allo stomaco e un eccesso di gas.

Mangia cibi ricchi di potassio. Questo minerale equilibra i liquidi nel corpo, prevenendo il gonfiore. Gli alimenti ricchi di potassio sono banane, meloni, spinaci, pomodori, noci e asparagi; quest’ultimo contiene un amminoacido che ha un ruolo diuretico.

Per sbarazzarsi del gonfiore è necessario ridurre l’uso di antibiotici, dolci e assunzione di sale. Gli antibiotici sono noti per causare un eccessivo gonfiore allo stomaco, distruggono i batteri innocui, normalmente presenti nel tratto digestivo, che aiutano alla digestione del cibo. Alcuni farmaci possono causare gonfiore; anche le pillole anticoncezionali causano gonfiore; i cibi dolci e ricchi di grassi sono una delle principali cause di disturbi di stomaco … cerca di ridurne il consumo; fai attenzione, come ti ho detto prima, all’assunzione di sale.

Se sai che ti gonfi prima delle mestruazioni, assicurati l’assunzione di calcio, 1200 mg al giorno e magnesio, 200-400 mg al giorno. Questi nutrienti hanno dimostrato di aiutare con sintomi premestruali e gonfiore.

Applicare la pressione necessaria per incoraggiare l’eliminazione del gas, massaggiare l’addome nella direzione di circolazione del tratto intestinale: premere con le dita sull’anca destra, avanzare verso le costole, quindi incrociare a sinistra continuando con un movimento circolare, anche se può sembrare strano ma funziona.

Puoi anche sgranocchiare il prezzemolo. Aggiungi il prezzemolo, che è un diuretico naturale, fresco negli alimenti o masticane di tanto in tanto un mazzetto.

Non è affatto allarmante se si soffre di gonfiore o si ha eruttazione o flatulenza con una frequenza media di circa 14 volte al giorno. Ogni persona normale ha tali gas e li elimina in questi modi. Sebbene possa essere fastidioso, l’eccesso di gas intestinale non è solitamente causato da una condizione di salute, ma dovresti andare dal medico se il gonfiore non viene risolto con cambiamenti nella dieta e nello stile di vita ed è associato a diarrea, costipazione, dolore crampi addominali gravi frequenti e prolungati, nausea o vomito, perdita di peso, febbre o dolore toracico.

Mi ha fatto piacere accompagnarti nella lettura di questo articolo, ma è arrivato il momento di liberarmi del gonfiore addominale.

Ci vediamo nel prossimo articolo per il “miglioramento del tuo stile di vita”.

Ti auguro una buona giornata.

Teodor Tabarcea

Shopping Basket