Osso Iliaco

Oggi parlerò in maniera dettagliato di: ossa iliache, sacro, coccige, femore, rotula , tibia, perone, astragalo, calcagno, navicolare, cuboide...

Da Riccardo Damiani

Nel precedente articolo, ho fatto una piccola presentazione sul come è strutturato il bacino e l’arto inferiore e ho fatto una panoramica sulle ossa che lo formano e i loro collegamenti. Ora li approfondirò per farvi comprendere meglio e se qualcuno vorrà, anche per imparare qualcosa di nuovo. In questo articolo, vi parlerò in maniera dettagliato ,delle caratteristiche di una delle ossa citate precedentemente ,che ripassandole sono: ossa iliache, sacro, coccige, femore, rotula , tibia, perone, astragalo, calcagno, navicolare, cuboide, 3 cuneiformi , 5 metatarsi e le falangi. Andando a descrivere in senso cranio-caudale, ovvero dall’alto verso il basso, le prime ossa che incontreremo parlando del bacino e arti inferiori, saranno le ossa iliache, sacro e coccige.

OSSO ILIACO L’anca è composta dalle due ossa iliache, una a sinistra e l’altra a destra. L’osso iliaco è divisibile in tre regioni le quali si incontrano in un’unica cavità, che prende il nome di acetabolo: – regione superiore che prende il nome di ileo – regione infero-posteriore che prende il nome di ischio – regione infero-anteriore che prende il nome di pube L’osso iliaco, possiamo dividerlo in diverse zone, ognuna di esse ha degli elementi che la caratterizzeranno. Superficie esterna -faccia glutea, qui sono presenti le tre linee glutee posteriore , anteriore e inferiore dove troveremo l’inserzione dei muscoli glutei – acetabolo, è la cavità dove si andrà ad inserire la testa del femore formando così l’articolazione coxo-femorale – forame otturatorio, esso si trova inferiormente all’acetabolo e prende il nome dal fatto che viene chiuso da una serie di legamenti e muscoli Superficie interna – fossa iliaca, essa prende il nome dal muscolo omonimo che ci si va ad inserire. – linea arcuata, è posta inferiormente alla fossa iliaca – faccetta auricolare , si unirà con l’omonima faccetta del sacro andando a formare l’articolazione sacro-iliaca – tuberosità iliaca, è un segmento posteriore alla cresta iliaca , è connessa al sacro per mezzo del legamento Sacro- iliaco interosseo Margine superiore Il margine superiore è composto dalla cresta iliaca Margine posteriore Partendo dall’alto verso il basso esso presenta: -S.I.P.S, è la spina iliaca posteriore superiore – una piccola incisura – S.I.P.I , è la spina iliaca posteriore inferiore – Grande incisura ischiatica – Spina ischiatica – Piccola incisura ischiatica – Tuberosità ischiatica Margine anteriore Partendo dall’alto avremo: – S.I.A.S , è la spina iliaca anteriore superiore – una piccola incisura che viene attraversata dal muscolo ileo-psoas – S.I.A.I , è la spina iliaca anteriore inferiore – ramo ileo-pubico , sulla sua faccia superiore troveremo la linea pettinea che prende il nome dall’inserzione dei muscoli pettinei – tubercolo pubico, esso è una protuberanza che è situata alla fine del ramo ileo-pubico Margine inferiore Il margine inferiore, inizia nella tuberosità ischiatica, fino a raggiungere la porzione più mediale ed arrivare nella porzione, dove si trova la faccetta articolare, per la sinfisi pubica.
Questo è il primo dei cinque articoli dove descriverò nei dettagli i vari elementi anatomici del bacino e arto inferiore. Ho iniziato a descrivere questa porzione del corpo dalle ossa del bacino perché le ritengo fondamentali essendo ossa di passaggio tra arto inferiore e arto superiore. Nel prossimo articolo saremo ancora nella zona del bacino infatti andremo a descrivere nei dettagli l’osso sacro e il coccige

Shopping Basket