L’Educazione Posturale in età giovanile

L’Educazione Posturale è un tipo di attività che soprattutto nei giovani di oggi assume un aspetto fondamentale.

Da Andrea Apruzzese

L’Educazione Posturale è un tipo di attività che soprattutto nei giovani di oggi assume un aspetto fondamentale. I ragazzi di questa epoca digitalizzata crescono con uno stile di vita molto sedentario e per le molte ore che trascorrono davanti ad un cellulare, ad un computer, ai videogames sono facilmente soggetti ad assumere posizioni scorrette che prolungate nel tempo se non modificate si denotano in una certa incapacità ad assumere il giusto atteggiamento posturale.
Un’attività posturale correttiva, soprattutto in età prepuberale (12-14 anni), attraverso la proposta di protocolli di allenamento che aiutino a trovare omogeneità e stabilità posturale determina in questa fase di sviluppo corporeo l’adeguata crescita muscolare, anche in flessibilità ed elasticità, importantissima per non creare squilibri ed accompagnare il rapido allungamento delle ossa.
Esempi di proposte di ginnastica che può garantire il giusto supporto durante la crescita sono attività come lo yoga e il pilates.
Tra Obiettivi della ginnastica Posturale abbiamo il rinforzare la muscolatura posturale e strutturare automatismi che consentano di riprendere l’allineamento posturale anche in condizioni di fatica rappresentando di conseguenza anche un ottimo alleato per la prevenzione degli infortuni e ottimizzando il rendimento sfruttando al meglio il potenziale delle capacità motorie a propria disposizione.
Di vitale importanza è anche puntare su una corretta Educazione Respiratoria per contribuire ed ammorbidire le rigidità del muscolo diaframmatico facendo rilasciare molte tensioni muscolari per restituire libertà di movimento ad articolazioni come caviglie, ginocchia, bacino e torace.
Un altro aspetto è la prevenzione della fragilità della schiena dei giovani in età 12-15 anni attraverso un potenziamento della muscolatura della cintura addominale, definita «Core».
L’allenamento del Core nella pubertà ha una notevole importanza. L’inizio della pubertà introduce una fase di trasformazioni notevoli delle condizioni anatomiche e funzionali dell’organismo che si manifestano, esternamente, con l’aumento della crescita in statura e con il cambiamento della proporzione del corpo. Ciò spesso causa un certo grado di fragilità e instabilità posturale nel giovane atleta, che può portare a sofferenze di schiena, ginocchia o piedi, a seconda di come la struttura compensa lo squilibrio posturale.
I muscoli maggiori del Core si trovano nella zona addominale e nelle zona centrale e bassa del dorso. Il suo rafforzamento si riferisce alla stabilizzazione lombare attraverso un lavoro che stimola il controllo motorio.
L’esercizio più rappresentativo del rinforzamento del “Core” è il Plank con le sue varianti. Questo esercizio si basa sull’espressione della forza isometria e ha come obiettivo il potenziamento del parametro della “resistenza alla forza” con uno sviluppo mirato del corsetto addominale seguito da un miglioramento generico di tutti i muscoli del corpo che nella tenuta isometrica del Plank lavorano per mantenere la posizione contro gravità aumentando la capacità neuromuscolare dell’attivazione delle fibre del muscolo.
Saluti
Andrea Apruzzese

Shopping Basket

CI STAI GIÀ LASCIANDO?

TI OFFRIAMO UNO
SCONTO DEL 10%​

Solamente per oggi ti offriamo un codice di sconto del 10% solo per te!

Copia il codice 10IMPTRAINER e incollalo nella sezione “Have a coupon?” nella pagina dell’acquisto.